Logo Patrick Pasquillo

mail @ patrickpasquillo .net 

0041 (0)76 320 99 34

Corso di Banana Contabilità in 5 step.

Questo corso di Banana Contabilità fornisce una panoramica completa della contabilità su Banana e ti aiuta a diventare più sicuro/a nel gestire le tue finanze con semplicità!

In questo corso di Banana Contabilità gratuito trovi tutti gli aspetti per iniziare a utilizzare Banana Contabilità e a migliorare il suo uso in modo sicuro e professionale. È infatti adatto a chi inizia e a chi lo usa già, perché fornisce una visione di insieme sulle funzionalità che Banana mette a disposizione per ogni tipo di contabilità che vuoi tenere.

Prima di iniziare mi presento: sono Patrick Pasquillo, partner ufficiale di Banana Contabilità. Su Banana Contabilità ho sviluppato l’estensione per la gestione immobiliare e altre estensioni, tra cui quella per creare e stampare lettere o raccomandate ai debitori, creditori o a chi vuoi integrate in Banana Contabilità. Sul  sito infatti puoi trovare maggiori informazioni e richiedere quello che ti serve scrivendomi una e-mail.

Ma ora iniziamo!

1. Aspetti base per evitare errori

 

Copia il file su cui lavori se non ti senti sicuro delle modifiche che vuoi fare.

 

Il modo migliore di lavorare e studiare su Banana Contabilità è farlo con una contabilità reale che si sta già tenendo.

Visto che noi non vogliamo modificare direttamente la contabilità originale, procederemo a creare una copia del file su cui vorremo lavorare e studiare. Possiamo farlo in ogni momento dell’anno, cancellando la copia precedente e ricreando la copia aggiornata ogni volta che lo desideriamo.

Per creare la copia aggiornata sappiamo che il file di contabilità Banana è un file con un nome e un’estensione del file. L’estensione dei files di Banana si chiamano .ac2 (contaesempio.ac2).

Più avanti vedremo come in verità c’è anche un’altra estensione usata da Banana e che ci torna utile per salvaguardare il nostro lavoro da contabile. Questa estensione si chiama .bak e la vedremo più avanti durante il corso di questa lezione.

 

Creare la copia aggiornata della contabilità

 

  • Selezionare il file di contabilità .ac2 con il mouse
  • Cliccare una volta con il tasto destro del mouse sul file di Banana.
  • Cliccare su Copia.
  • Creare una cartella che chiameremo Test Contabilità.
  • Incollare all’interno di questa cartella la copia del file fatta precedentemente con un clic sul tasto destro del file e poi Incolla.

Ora abbiamo una copia di un file che possiamo rinominare come vogliamo, soprattutto per distinguerlo da quello originale. Su questo file possiamo lavorare senza più preoccuparci di sbagliare.

 

Torna indietro annullando le modifiche fatte.

 

In Banana Contabilità, così come in quasi tutti i software, è possibile annullare le modifiche fatte poco prima e ritornare alla situazione iniziale.

Di solito questi annullamenti funzionano solo finché non si chiude il file aperto su cui si sta lavorando.

Ecco perché, finché non chiudiamo il nostro file di Banana, possiamo tornare indietro con le modifiche fatte e ritornare allo stato originale di quando abbiamo aperto il nostro file prima di fare le modifiche.

Per annullare le modifiche fatte basta cliccare dal menu la voce “Modifica”, e successivamente “Annulla operazione”. Al contrario, se abbiamo annullato l’operazione eseguita, possiamo ripristinarla cliccando su “Ripristina operazione”.

 

Controllo delle differenze tra Attivi e Passivi a ogni registrazione.

 

I files di Banana sono composti dal piano contabile che ci propone già il programma.

In questi piani dei conti proposti abbiamo in ordine: bilancio, conto economico.

Alla fine della tabella dei conti, sotto il conto economico, abbiamo uno strumento utile e interessante che ci permette di verificare che gli attivi di bilancio corrispondano con i passivi di bilancio.

Se corrispondono questo strumento dirà che ci sono zero franchi svizzeri o euro di differenza.

Se non ci fossero zero franchi o euro di differenza ma un importo superiore o inferiore, allora sappiamo già che ci sono delle registrazioni sbagliate che vanno corrette immediatamente.

Queste differenze provengono sempre da movimenti errati che interessano solo il bilancio e possono provenire anche da file di anni precedenti rispetto a quello su cui stiamo lavorando.

 

Impara a usare il file bak.

 

Abbiamo parlato del file .bak di Banana. Cos’è? Il file .bak di Banana è un file di backup, che in inglese vuol dire salvataggio. Questo file permette di ripristinare un file di contabilità intero qualora quello originale andasse perso o smettesse di funzionare per altri motivi.

Questi files .bak di Banana che sembrano inutili possono essere usati come files normali di Banana contabilità soltanto cambiando l’estensione del file. Infatti, possiamo cambiare l’estensione del file da nomecontabilità.ac2.bak in nomecontabilità.ac2 rimuovendo il .bak.

Per farlo basta rinominare il file e scegliere l’estensione finale da usare del documento digitale rimuovendo la parte del nome “.bak”.

Aspetti base di contabilizzazione

 

Movimenti in uscita con banca o cassa in AVERE, movimenti in entrata con banca o cassa in DARE.

 

In contabilità, per chi non è abbastanza esperto, i movimenti di cassa e banca sono piuttosto semplici, e sono ancora più semplici con Banana Contabilità Plus.

Infatti, se abbiamo un’uscita monetaria, quindi una spesa, la cassa o la banca andrà sempre in avere.

Se abbiamo un’entrata monetaria, quindi un incasso, un ricavo o un rimborso, la cassa o la banca andrà sempre in dare.

A questo punto, come contropartita, avremo sempre il conto a cui fa riferimento l’entrata o l’uscita. Se è una spesa molto probabilmente la contropartita andrà tra i costi e se è un ricavo molto probabilmente andrà nei ricavi.

Scegliere il conto corretto dei costi e dei ricavi con Banana Contabilità Plus è abbastanza semplice perché possiamo trovare il conto giusto anche digitando lettere, parole o frasi che descrivono il conto contabile che stiamo cercando.

 

Imposta meglio le proprietà del tuo file.

 

Spesso ci si dimentica di impostare correttamente i dati relativi alla contabilità che si vuole mantenere.

Per farlo una volta per sempre, e per riportarli negli anni contabili successivi, basta aprire l’ultimo file di contabilità, cliccare dal menu la voce “File” e cliccare su “Proprietà File (Dati Base)”.

In questa scheda possiamo impostare:

L’intestazione di sinistra e di destra dei documenti stampati con Banana, il periodo contabile che stiamo affrontando, la moneta base utilizzata (per esempio CHF).

Se andiamo nella scheda Opzioni possiamo anche collegare l’anno contabile precedente con il file dell’anno attuale. Questo permette di riportare i saldi ogni volta che si vuole e di fare capire a Banana la sequenza degli anni contabili che abbiamo gestito fino ad ora.

Nelle prossime lezioni vediamo meglio come collegare l’anno nuovo con l’anno che si sta chiudendo, in modo che questa impostazione sia già settata automaticamente dal software Banana.

Nella scheda Indirizzo abbiamo molti dei dati relativi alla società che stiamo gestendo, tra cui l’IBAN principale e le informazioni sulla banca.

 

Nomina i files in maniera accurata.

 

Spesso si nominano i files di Banana senza dare un senso che sia visibile ai files.

Se dovessi nominare il file della contabilità Azienda SA del 2020, il file dovrei chiamarlo AziendaSA2020.ac2. Successivamente, nel 2021, avrò il file AziendaSA2021.ac2.

Questo non cambia il funzionamento di Banana, ma cambia a noi che gestiamo la contabilità per avere più chiarezza visiva sui files che ci riguardano.

ATTENZIONE: se rinominiamo o spostiamo i files dobbiamo ricollegare gli anni precedenti come visto nella scheda Opzioni delle Proprietà del file del sotto capitolo precedente. Altrimenti Banana non saprà più trovare gli anni contabili precedenti perché sono cambiati i loro nomi o la loro posizione all’interno del computer.

 

Collegare più anni di contabilità dopo averli rinominati.

 

Ecco, infatti, che parliamo di come collegare i diversi anni di contabilità tra loro quando non sono collegati o quando vengono rinominati o spostati all’interno del computer.

Se abbiamo gli anni 2016, 2017, 2018, 2019, 2020, 2021, 2022 andremo ad aprire tutti i files dal secondo più vecchio (2017) in poi e cliccheremo su “File”, poi clicchiamo su “Proprietà File (Dati Base)” e nella scheda Opzioni andremo a cliccare sul bottone “Sfoglia” e andremo a scegliere dove si trova il file 2016 della stessa contabilità.

Allo stesso modo lo faremo anche a partire dall’anno 2018, poi 2019, 2020, 2021 e 2022.

Così facendo avremo detto a Banana Contabilità la sequenza degli anni relativi alla stessa contabilità in modo che possa capirlo da solo.

 

2. Partitario debitori-creditori e fatture

 

Il partitario debitori e/o creditori su Banana Contabilità è un metodo di registrazione dei debiti dei debitori e dei crediti dei creditori.

I debiti sono chiaramente quello che i nostri clienti devono ancora pagarci, quindi le fatture che abbiamo emesso che ancora non sono state saldate.

I crediti sono le fatture che abbiamo ricevuto dagli artigiani o dalle aziende che ci hanno fornito servizi e che non abbiamo ancora pagato.

Mentre i debitori nascono quando emettiamo una fattura, i creditori spesso vengono registrati al momento del pagamento della fattura che abbiamo ricevuto.

Se volessimo tenere traccia delle fatture ricevute e non pagate allora abbiamo bisogno di utilizzare anche un partitario creditori. Altrimenti le registreremo solo al momento del pagamento e quindi non ci saranno in contabilità fatture di altre aziende ancora da pagare.

Il partitario debitori è invece utile per tenere traccia di cosa abbiamo già incassato e di cosa dobbiamo ancora incassare.

In Banana Contabilità a ogni debitore viene assegnato un debito tramite la creazione della fattura registrata direttamente in contabilità.

Senza la registrazione della fattura, Banana Contabilità non emette nessuna fattura con polizza di versamento.

La registrazione può avvenire tramite l’inserimento del numero o nome della fattura nella colonna Fattura, la descrizione della registrazione contabile, il conto relativo del debitore, il conto dei ricavi e l’importo addebitato.

Si può anche aggiungere una data di scadenza della fattura che servirà a Banana Contabilità per sapere quando è necessario emettere i richiami di pagamento nel caso non fosse stata ancora saldata.

Vedremo nel capitolo successivo come è possibile gestire gli scoperti contabili dei debitori in modo ottimale, conoscendo in ogni momento la situazione dei debitori in maniera dettagliata.

 

Creiamo un partitario per i debitori (o per i creditori).

 

In Banana Contabilità abbiamo il piano dei conti con delle colonne che servono al nostro caso per creare il partitario dei debitori. Le colonne che ci interessa osservare sono la colonna:

  • Gruppo
  • Conto
  • Descrizione
  • BClasse
  • Somma in o Gr

I debitori sono posizionati in Bilancio, all’inizio del Bilancio, dopo i mezzi liquidi cassa, posta e banca.

In questo punto andremo a definire il numero di Gruppo (ricordiamoci che stiamo creando un gruppo che comprende più debitori nella stessa voce contabile).

Chiameremo il gruppo, per esempio, 110. La descrizione del gruppo sarà Inquilini.

Non inseriremo la BClasse perché questa sarà inserita per ogni singolo debitore solo successivamente. Inseriamo però Somma in o Gr con, per esempio, il numero 10.

 

Dove inserire i singoli debitori.

 

Il piano contabile di Banana Contabilità è suddiviso in Sezioni.

In fondo al piano contabile apriremo la Sezione numero 1 attraverso la relativa colonna Sezione che fa sempre parte degli Attivi di bilancio.

Creeremo quindi un conto contabile per ogni debitore scrivendo direttamente il numero o il nome di conto e la descrizione relativa per ogni conto contabile.

A questo punto andremo a inserire normalmente la voce BClasse che per gli attivi è 1.

In Somma in o Gr andremo a inserire per esempio 110A per ogni debitore.

Ora dobbiamo dire dove sommare tutti i 110A e quindi apriremo il Gruppo 110A in fondo ai debitori e scriveremo nella Descrizione Tutti i debitori.

Dove vogliamo fare apparire il totale di tutti i debitori? Li faremo apparire nel Gruppo 110 che abbiamo creato nella sezione precedente della lezione.

Quindi scriveremo in Somma in o Gr il numero 110.

A questo punto avremo creato il nostro primo partitario debitori.

 

Come registrare un addebito attraverso il partitario dei debitori.

 

Procediamo a effettuare qualche registrazione contabile per capire come usare questo nuovo partitario debitori.

Per esempio, vogliamo addebitare 1’000 CHF a un inquilino.

Andiamo nella tabella Registrazioni e inseriamo normalmente la data e la descrizione.

Quando arriveremo al conto Dare scriveremo direttamente il nome dell’inquilino a cui vogliamo addebitare 1’000 CHF.

Banana Contabilità ci proporrà il numero di conto di quell’inquilino.

Scegliamolo e registriamo in Avere il conto dei Ricavi, e l’importo della registrazione, ossia 1’000 CHF.

 

Come registrare un accredito attraverso il partitario dei debitori.

 

Quando incassiamo una fattura emessa, ossia un debitore salda un suo debito, registreremo la data dell’accredito che abbiamo ricevuto e la descrizione che desideriamo.

Nel conto dare ovviamente ci andrà la Banca o il conto dei mezzi liquidi che abbiamo usato per incassare i soldi.

Nel conto avere a questo punto inseriremo il conto dell’inquilino che ci ha versato i soldi scrivendo sempre nella casella il nome dell’inquilino stesso.

A questo punto registriamo l’importo ricevuto, ossia 1’000 CHF e come vediamo sono successe due cose.

Il conto debitore di quell’inquilino è andato a zero.

Ci rimane solo l’importo di 1’000 CHF in banca e nei ricavi.

Ossia la situazione è allo stesso modo come se avessimo registrato direttamente l’incasso ricevuto senza tracciarlo attraverso il partitario dei debitori.

Se però apriamo il conto dell’inquilino per guardare i movimenti vedremo sia l’addebito che l’accredito all’interno del suo conto e quindi tutti i movimenti occorsi per ogni singolo inquilino o debitore.

 

Come emettere le fatture durante l’addebito ai debitori.

 

Per emettere una fattura dobbiamo inserire il numero di fattura nella registrazione dell’addebito e successivamente anche nella registrazione dell’accredito quando incasseremo i soldi della fattura.

Questo numero viene inserito nella tabella Registrazioni sotto la colonna Fattura.

Possiamo scegliere un numero o anche un testo che sia univoco e corrisponda solo ed esclusivamente a quella singola fattura.

Scrivere il numero della fattura, oltre a permetterci di emettere una fattura con polizza di versamento, ci permette anche di fare capire al software Banana Contabilità quali sono le fatture ancora non pagate e quali sono quelle pagate, oppure quali sono quelle per cui abbiamo ricevuto un acconto ma non l’importo complessivo della fattura.

 

Proviamo a emettere la nostra prima fattura.

 

Registriamo l’addebito di 1’200 CHF all’inquilino X ricordandoci di inserire il numero della fattura 1 nella colonna Fattura.

Se non vedi la colonna Fattura guarda il prossimo sotto capitolo per sapere come visualizzarla.

Selezioniamo la riga della registrazione della fattura 1.

Andiamo su Report dal menu in alto.

Clicchiamo su Clienti.

Clicchiamo su Stampa Fatture.

Sotto la voce Layout dobbiamo scegliere il layout della fattura e cliccare se necessario su Impostazioni per settare le impostazioni relative alle fatture.

A questo punto possiamo cliccare su Ok e ci apparirà a schermo la fattura emessa.

 

Come usufruire di tutte le colonne relative alle fatture.

 

In Banana Contabilità ci sono delle colonne che sono nascoste e che sono pronte per essere utilizzate in caso di bisogno.

Per esempio, nella tabella Registrazioni, se facciamo doppio clic sui nomi delle colonne, si aprirà una finestra dove possiamo gestire tutte le colonne associate alla tabella Registrazioni.

Per esempio, possiamo abilitare la colonna Quantità, Unità, Prezzo/Unità. Oppure proprio la colonna Fattura vista precedentemente.

Queste colonne possono esserci utili durante la creazione delle fatture.

Ricordiamoci anche di inserire le nostre credenziali come Nome, Cognome, Società, Indirizzo, Telefono, E-mail e naturalmente anche l’IBAN dove farci versare i soldi come visto durante la prima lezione su Banana Contabilità.

Con Banana Contabilità Plus è possibile gestire le fatture QR per la Svizzera.

Le fatture QR, in Svizzera, sono obbligatorie dal 1° ottobre 2022.

 

3. Fatture, richiami e estratti conto

 

Come detto, per emettere una fattura dobbiamo inserire il numero di fattura nella colonna Fattura, che può essere un testo o un numero univoci, nella registrazione dell’addebito. Successivamente vedremo perché va inserito anche nella registrazione dell’accredito quando incasseremo i soldi relativi alla fattura emessa.

Scrivere il numero di fattura permette di fare capire al software Banana Contabilità Plus quali sono le fatture ancora non pagate e quali sono quelle pagate, oppure quali sono quelle per cui abbiamo ricevuto un acconto ma non ancora l’importo complessivo della fattura.

Ricordo che, nel caso non si vedesse la colonna Fattura nella tabella Registrazioni, è possibile fare doppio clic sui nomi delle colonne e spuntare la colonna che si vuole visualizzare.

Questa opzione è utile anche per altre colonne che ci possono servire al momento della fatturazione. Alcune colonne utili per la fatturazione sono infatti la colonna Quantità, Unità, Prezzo/Unità, Data di scadenza della fattura e la colonna data di pagamento della fattura.

Dunque, andiamo ad abilitare le colonne nei file di contabilità con estensione ac2 dove desideriamo usarli.

Inoltre, per la fatturazione abbiamo bisogno di abilitare la scheda Indirizzi per il partitario che abbiamo imparato a creare nella lezione precedente.

Per farlo aggiungi e visualizza le colonne indirizzi dei clienti in questo modo:

  • Nella tabella Conti, seleziona la vista Indirizzo e inserisci gli indirizzi dei clienti.
  • Se la vista Indirizzo non è visibile, aggiungila tramite il menu Strumenti, poi Aggiungi nuove funzionalità, poi Aggiungi colonne indirizzi nella tabella Conti.

Vedremo anche meglio le utili funzionalità del menu Aggiungi nuove funzionalità in fondo a questa lezione.

A ogni registrazione di una fattura su Banana andremo a indicare nella colonna Data di scadenza la data di scadenza di ogni singola fattura.

Questa data di scadenza appare anche stampata sulla fattura così che il cliente possa sapere entro quale termine pagarla.

 

Emettere fatture con più articoli.

Se emettiamo una fattura per più posizioni aperte, come per esempio più articoli diversi, faremo una registrazione per ogni articolo diverso che andremo a inserire in fattura.

Per esempio, faremo una registrazione per l’affitto dell’appartamento, una registrazione per l’acconto spese dell’appartamento, una registrazione per l’affitto del posteggio e una registrazione per un’eventuale spesa una tantum da farci rimborsare dall’inquilino.

Tutte queste registrazioni, se vogliamo emettere una singola fattura, dovranno avere lo stesso numero univoco di fattura nella colonna Fattura.

Quando andremo a stampare la fattura ci basterà selezionare una di queste registrazioni e andare dal menu Report, poi Clienti, poi Stampa fattura.

Come vedremo sulla fattura emessa usciranno le descrizioni tali e quali a come le abbiamo inserite nella tabella Registrazioni.

 

Emettere fatture con la Quantità, Unità e Prezzo/Unità.

Se vogliamo usufruire delle colonne Quantità, Unità e Prezzo/Unità non andremo a scrivere l’importo degli articoli acquistati ma andremo a indicare la quantità di articoli che hanno lo stesso prezzo e il prezzo per un articolo singolo.

In questo modo Banana calcolerà automaticamente il totale della registrazione che inserire nella colonna Importo.

Dunque, se abbiamo acquistato 3 asciugamani al prezzo di 12 CHF/uno, andremo a inserire solo:

  • Sotto la colonna Quantità: 3.
  • Sotto la colonna Unità: per esempio ‘pezzo/i’.
  • Sotto la colonna Prezzo/Unità: 12.

A questo punto Banana completerà la registrazione aggiungendo sotto la colonna Importo 36.00.

 

Emettere fatture già incassate.

Se volessimo emettere una fattura già incassata, per esempio tramite Cassa, andremo infatti a registrare subito l’accredito usando lo stesso numero di fattura usato per l’addebito e specificando la voce Pagamento tramite Cassa nella colonna Descrizione.

A questo punto, sulla fattura uscirà l’addebito, poi l’accredito con la descrizione Pagamento tramite Cassa, e il totale della fattura a zero CHF.

Quello che inseriamo nella colonna descrizione viene infatti riportato anche sulla fattura.

 

Impostiamo la polizza di versamento della fattura

 

La polizza QR che è diventata obbligatoria in Svizzera è possibile stamparla solo con Banana Contabilità Plus (versione 10).

In tutti gli altri casi abbiamo diversi layout per le polizze PVR.

Le polizze PVR sono quelle polizze con il numero di riferimento che servono per poter contabilizzare con pochi clic tutti gli accrediti nei rispettivi conti dei debitori scaricando periodicamente un file che ci fornisce il sistema e-banking della nostra banca.

Questo tipo di polizze, per essere usate, devono essere prima attivate tramite la propria banca attraverso una precisa procedura.

Invece, per le polizze rosse, cioè quelle dove c’è solo l’IBAN senza numero di riferimento, esiste il layout che inizia con CH09.

In questo tipo di polizza inseriremo il nostro IBAN e l’intestazione del nostro conto bancario che apparirà sulla polizza di versamento.

Per le polizze PVR va inserito il numero di aderente e altri dati che ci fornisce la nostra banca.

Le polizze PVR e le polizze rosse in Svizzera sono state eliminate definitivamente.

Al  loro posto è arrivata la fattura QR che in Banana Contabilità Plus viene creata tramite l’estensione apposita chiamata: CH10 Layout con codice QR svizzero.

Le estensioni con il layout fattura si impostano sotto al menu Estensioni, poi Gestisci estensioni e poi selezionando l’estensione QR aprendo l’albero visuale delle estensioni (attraverso il simbolo > a sinistra del nome dell’estensione) a destra appare il bottone Impostazioni.

Con queste impostazioni è possibile creare tutti i tipi di polizze QR possibili.

Per la gestione delle Estensioni si rimanda al capitolo dove se ne parla.

 

Come registrare gli accrediti attraverso le fatture aperte

 

Abbiamo detto che è necessario riscrivere il numero o il nome univoco della fattura emessa anche quando riceviamo l’accredito, totale o parziale, riferito a quella fattura aperta.

Dunque, se riceviamo un accredito totale di diverse fatture, andremo a scomporre l’importo ricevuto in tante registrazioni quante sono le fatture che l’importo va a coprire.

Questa operazione è necessaria per sfruttare le funzioni di Richiamo di pagamento di Banana Contabilità. Come vedremo il software Banana Contabilità saprà in ogni momento quale fattura è ancora aperta o saldata parzialmente.

Durante l’accredito sfruttiamo anche la colonna Data di pagamento della fattura dove andremo a inserire la data del pagamento sulla registrazione di addebito che avevamo fatto precedentemente.

Queste date, data di scadenza e data di pagamento, ci permettono di fare capire a Banana Contabilità chi sono i debitori da richiamare e a quanti giorni veniamo pagati.

 

Come stampare gli estratti conto e a cosa servono

 

Gli estratti conto servono per vedere sia quali fatture di tutti i nostri clienti o di uno solo sono ancora non saldate, sia per vedere facilmente anche quanto abbiamo fatturato in totale per ogni cliente.

Per visualizzarne uno, andiamo sotto la voce Report, poi Clienti, poi Stampa estratto conto.

A questo punto si apre una finestra dove possiamo decidere subito se vedere a video un estratto di tutti i clienti o di un singolo cliente.

Inoltre, possiamo decidere se visualizzare Tutte le fatture, ossia anche quelle già saldate, o solo le fatture ancora non saldate.

Se visualizziamo quelle non ancora saldate avremo un saldo per ogni nostro cliente cosicché sia facile verificare l’importo attualmente scoperto.

Se visualizziamo Tutte le fatture in fondo alla colonna Dare avremo il totale di quanto abbiamo fatturato per ogni cliente e il saldo delle fatture ancora non pagate, ossia l’importo attualmente scoperto.

 

Come emettere un richiamo di pagamento

 

I richiami su Banana Contabilità non emettono la polizza di versamento allegata.

Presto rilascerò una estensione personalizzabile che permette di stampare i richiami con i riferimenti della banca per il versamento degli importi scoperti indicati sul richiamo.

Con le polizze di versamento QR in Svizzera è diventato semplice stampare le polizze di versamento QR direttamente da casa anche senza avere la carta con lo strappo adatto.

Per farlo infatti esiste l’estensione Lettera con bollettino QR Svizzera, per cui viene stampata una polizza su foglio bianco senza importo e indirizzo che ci permette di stampare quante polizze QR per il nostro conto bancario vogliamo.

Vedremo meglio l’uso delle estensioni di Banana Contabilità in un’altra lezione se necessario.

Per stampare i richiami creati sfruttando il software Banana andremo dal menu Report, poi Clienti, e poi Stampa richiami.

Se è la prima volta che usiamo questa funzione potremo stampare i primi richiami alla data in cui eseguiamo i primi richiami e possiamo scegliere se stamparli per tutti i nostri clienti o solo per uno.

Se scegliamo per esempio di fare i richiami per tutti cliccheremo su Ok e si aprirà un’altra finestra.

In questa finestra vedremo le posizioni aperte per ogni cliente.

Qui possiamo decidere di escludere qualche cliente e scegliere solo quelli che ci interessano attraverso la spunta che possiamo togliere o mettere.

Una volta deciso a chi mandare il richiamo possiamo cliccare sul bottone Successivo.

A questo punto si aprirà un’altra finestra dove dobbiamo scegliere il layout da usare per i richiami.

Banana Contabilità ce ne fornisce già due, uno con il logo e uno senza (estensione Richiamo di pagamento e Richiamo di pagamento, con logo).

Scegliamo quindi il richiamo senza logo.

Se non lo abbiamo ancora installato anche questo layout andrà scaricato dalla Gestione delle estensioni di Banana che vedremo meglio in un’altra lezione.

Una volta scelto il layout possiamo decidere se stampare un richiamo per ogni fattura o un richiamo per Cliente.

Se scegliamo un richiamo per ogni fattura avremo un richiamo per ogni fattura ancora non interamente pagata.

Se scegliamo un richiamo per cliente avremo un riassunto delle fatture ancora non interamente pagate per ogni singolo cliente.

Noi andiamo a scegliere il richiamo per Cliente.

In questo caso possiamo spuntare le opzioni che vogliamo, come ad esempio decidere se includere le fatture aperte, le fatture pagate, il saldo di apertura o il riepilogo per i richiami.

Consiglio di fare delle prove per trovare le impostazioni più utili per il proprio caso.

Noi per ora scegliamo di spuntare solo le fatture aperte e di togliere la spunta dal riepilogo dei richiami.

A questo punto andremo a cliccare sul bottone Fine e ci compariranno a video i richiami pronti da stampare.

 

Note sulla gestione dei richiami di pagamento

 

Ricordo che per i richiami è importante scrivere nella colonna Fattura il numero di fattura sia quando addebitiamo l’importo, sia quando incassiamo.

I richiami creati automaticamente con Banana Contabilità scrivono nella tabella Registrazioni delle note sui richiami che sono stati inviati.

Una volta completati i richiami andiamo così a vedere quali registrazioni in più avremo nella tabella Registrazioni.

Questo è utile perché aprendo il singolo conto contabile del debitore avremo una situazione in cui possiamo vedere facilmente a che data è stato emesso il richiamo, e quale tipo di richiamo è stato inviato, se il primo richiamo, il secondo richiamo e così via.

 

Estratto conto dalla contabilità

 

Un estratto conto può anche essere visualizzato a partire dalla contabilità.

In questo caso non si vedranno le informazioni relative agli anni passati, ma ci sarà solo un riporto dell’anno precedente che corrisponde a un importo di cui però non possiamo sapere come è composto.

Per visualizzare l’estratto conto annuale di un conto contabile andremo nella tabella Conti, cercheremo il conto contabile e nell’angolo in alto a destra della casella del conto contabile cliccheremo sul quadratino che ci aprirà il conto contabile con tutti i suoi relativi movimenti contabili.

Questo quadratino che apre una nuova scheda può essere sfruttato sia sulla tabella Conti, che sulla tabella Registrazioni e ovunque diventa visibile passando con il mouse sull’angolo in alto a sinistra della cella.

 

4. Operazioni sulle registrazioni e funzionalità extra

Registrazioni ricorrenti su Banana Contabilità

 

Le registrazioni ricorrenti su Banana Contabilità sono quelle registrazioni più o meno identiche che facciamo periodicamente. Per esempio, ogni giorno, ogni settimana, o ogni mese o ogni anno.

Se dovessimo ripetere delle registrazioni in date diverse è possibile ridurre il tempo necessario per registrare usando le registrazioni ricorrenti di Banana.

Per esempio, abbiamo una registrazione di spese bancarie fisse ogni fine mese.

A questo punto queste 12 registrazioni tutte di importo 5 CHF e con la stessa identica descrizione contabile possono essere memorizzate su Banana con una sola registrazione.

La data di registrazione sarà l’unica cella che andremo a inserire ogni volta con il giorno di addebito esatto.

Tutto il resto resterà uguale.

Se abbiamo diverse registrazioni ricorrenti nell’arco di un anno avremo risparmiato diverso tempo rispetto a quanto tempo avremmo impiegato se avessimo dovuto registrare tutto ogni singola volta e con il rischio, per esempio, di scrivere descrizioni diverse ogni volta.

Per accedere alle registrazioni ricorrenti e impostare per esempio una spesa bancaria ricorrente di 5 CHF accediamo dal menu Azioni o Conta 2 e poi clicchiamo su Registrazioni ricorrenti.

A questo punto si apre una tabella vuota dove andremo a inserire tutte le nostre registrazioni ricorrenti solo una volta per tipo di registrazione.

Le colonne che dobbiamo usare in questo caso saranno:

Data, Doc, Descrizione, Conto Dare, Conto Avere e Importo.

Tra queste colonne quella che rende la registrazione ricorrente è la colonna Doc.

Per esempio registreremo:

  • Data: 31.01.2022
  • Doc: banca
  • Descrizione: Postfinance spese bancarie mensili
  • Conto Dare: qui usiamo il conto contabile per le spese bancarie
  • Conto Avere: qui useremo il conto contabile della banca dove ci vengono addebitate le spese bancarie
  • Importo: 5 CHF

 

Quando stiamo registrando, quindi nella tabella Registrazioni, scriveremo come sempre prima la data della registrazione contabile. Successivamente ci sposteremo sulla colonna Doc e iniziamo a scrivere “banca” (oppure facendo doppio clic sulla cella della colonna Doc usciranno tutte le registrazioni ricorrenti da scegliere).

Scrivendo “banca” Banana Contabilità riempirà automaticamente le altre colonne che servono per la registrazione perché riconoscerà che vogliamo fare una registrazione ricorrente.

Se non visualizziamo la colonna Doc possiamo fare doppio clic sui nomi delle colonne nella tabella Registrazioni e si aprirà una finestra dove possiamo decidere di rendere visibile diverse colonne nascoste. Tra queste colonne selezioniamo la colonna Doc e abilitiamola confermando.

 

Registrazioni ricorrenti multiple

Le registrazioni ricorrenti possono anche essere registrazioni multiple, quindi più righe di registrazione e anche più righe indipendenti tra loro come, ad esempio, due spese diverse che avvengono lo stesso giorno.

Per esempio, ogni fine mese 2 banche diverse ci addebitano 2 importi diverse per le spese bancarie.

Oltre ai 5 CHF della banca Postfinance ci vengono addebitati 6 CHF per il nostro conto UBS.

A questo punto registreremo tra le registrazioni ricorrenti anche quella per la UBS e sotto la colonna Doc scriveremo sempre “banca”.

Tutte le registrazioni inserite tra le registrazioni ricorrenti con il Doc “banca” saranno usate assieme ogni volta che scriveremo “banca” nella colonna Doc della tabella Registrazioni.

 

Registrazioni ricorrenti con importo diverso

Spesso le registrazioni sono ricorrenti ma con importi diversi, come per esempio le spese bancarie variabili.

A questo punto possiamo inserire la registrazione ricorrente con il Doc “banca” senza inserire l’importo della registrazione.

Quando useremo il Doc “banca” nella tabella Registrazioni Banana Contabilità scriverà la registrazione automatica senza importo e noi andremo a specificare solo l’importo che sarà diverso a ogni registrazione contabile ricorrente.

 

Come ordinare le registrazioni contabili come desideriamo

 

Le registrazioni contabili possono essere messe in ordine così come si desidera.

Per ordinarle secondo un criterio possiamo prima di tutto selezionare con un clic il nome della colonna che vogliamo ordinare.

Poi andiamo al menu Dati e clicchiamo su Ordina righe.

Si aprirà una finestra dove ci proporrà di ordinare la colonna che abbiamo selezionato in ordine crescente.

Se si tratta per esempio della colonna Importo Banana Contabilità ordinerà le registrazioni in ordine crescente di Importo, quindi dall’importo più piccolo all’importo più grande.

Se si tratta per esempio della colonna Descrizione Banana Contabilità ordinerà le registrazioni in ordine alfabetico secondo la descrizione che abbiamo usato per le registrazioni dalla lettera A alla lettera Z.

Questo metodo è sempre utile quando vogliamo ordinare le registrazioni per Data di registrazione.

Selezioniamo con un clic il nome della colonna Data.

Clicchiamo al menu Dati, poi su Ordina righe e diamo l’OK nella finestra che si è aperta.

Se stiamo cercando una registrazione in particolare possiamo però trovarla in maniera facile e veloce in un altro modo che vedremo più avanti durante questa lezione.

 

Come estrarre alcune registrazioni contabili

 

Le registrazioni contabili possono essere anche estratte per una più precisa e facile lettura.

Per esempio, vogliamo estrarre tutte le fatture emesse per un determinato servizio che offriamo.

Andremo al menu Dati, poi clicchiamo su Estrai e ordina righe e si aprirà una finestra particolare.

Non spaventiamoci e leggiamo prima di tutto cosa è necessario fare.

Prima di tutto ci dice di scegliere una colonna come criterio per estrarre le righe.

Dato che vogliamo estrarre tutte le fatture emesse per un determinato servizio dobbiamo pensare a come avverrebbe la registrazione contabile di una fattura per quel servizio.

Per esempio, avremo la registrazione dove nel conto Dare ci sarà il conto del Cliente e nel conto Avere il conto dei Ricavi per quel determinato servizio da noi offerto.

Dunque, in questa situazione quello che rimane sempre invariato in ogni registrazione è che per quel servizio useremo sempre e solo un solo conto dei ricavi e che sarà nella colonna Avere.

Quindi nella scelta della colonna andremo a selezionare la colonna relativa al conto Avere.

Nella colonna criterio lasceremo Uguale e nella colonna valore indicheremo il conto contabile dei ricavi per quella tipologia di servizio.

A questo punto cliccheremo su Ok e Banana ci proporrà una tabella con le registrazioni estratte secondo il criterio che abbiamo selezionato.

Tornando alla finestra di estrazione, se apriamo il menu a tendina della colonna Criterio, avremo tutte le possibilità di scelta a nostra disposizione.

Con i diversi criteri possiamo estrarre le registrazioni secondo quanti criteri desideriamo.

 

Come cercare velocemente una registrazione contabile

 

Per cercare una registrazione contabile velocemente dobbiamo avere prima di tutto un criterio di ricerca.

Stiamo cercando un importo? O stiamo cercando un testo della descrizione? O stiamo cercando un conto contabile?

Se per esempio stiamo cercando un importo selezioniamo con un clic il nome della colonna Importo.

Poi andiamo sotto il menu di Banana dove troviamo raffigurata una lente di ingrandimento.

Si aprirà in basso una finestra dove inserire l’importo che cerchiamo.

Inseriamo l’importo e premiamo su Enter o Invio. Banana Contabilità ci proporrà la prima registrazione che trova con quell’importo.

Se successivamente premiamo ancora Enter o Invio, Banana Contabilità ci proporrà la registrazione seguente che trova con quell’importo e se continuiamo a cliccare Banana continuerà a proporci ciclicamente tutte le registrazioni che hanno quell’importo.

Allo stesso modo possiamo fare la stessa identica cosa con la colonna Descrizione.

Quindi selezioneremo con un clic il nome della colonna Descrizione e cliccheremo sulla lente di ingrandimento per cercare qualsiasi testo o parte di testo che desideriamo all’interno della descrizione di tutte le registrazioni contabili inserite.

Se non visualizziamo la lente di ingrandimento sotto il menu di Banana possiamo andare al menu Dati e cliccare su Trova.

 

Come aggiungere la formattazione alle registrazioni

 

Su Banana è possibile formattare le registrazioni contabili. Cosa significa formattare?

Significa scrivere in grassetto, italico, o con un colore diverso o applicare uno sfondo colorato alle registrazioni contabili.

Se selezioniamo una registrazione e andiamo al menu Formato possiamo applicare alla registrazione diverse formattazioni. Per esempio, il formato Grassetto, o il formato Italico o aumentare la grandezza del carattere e così via (dalla versione 10 di Banana Contabilità Plus).

Dalle icone sotto al menu di Banana dovremmo sempre trovare anche il modo per colorare il testo della registrazione o lo sfondo della registrazione.

Qui possiamo dare libero spazio alla fantasia.

Come detto sotto il menu di Banana abbiamo anche diversi bottoni con icone grafiche che servono per cambiare subito alcune formattazioni delle registrazioni.

Questo però dipende dalla versione di Banana Contabilità. Per esempio, alcune icone sono l’immagine di un binocolo oppure di una grande lente d’ingrandimento secondo la versione di Banana in uso.

 

Aggiunta di funzionalità extra su Banana Contabilità

 

Banana Contabilità ha più funzioni che però sono spesso nascoste o da installare.

Una funzionalità interessante che abbiamo visto è quella che permette di creare la vista Indirizzi sotto la tabella Conti.

Questi indirizzi possono poi essere usati per inserire gli indirizzi dei clienti e dei fornitori che vengono a loro volta usati nella emissione delle fatture o per avere in memoria i dati pronti all’uso dei fornitori.

Per accedere a questa e ad altre funzionalità extra è necessario andare al menu Strumenti e cliccare su Aggiungi/Rimuovi funzionalità.

A questo punto si apre una finestra dove ci vengono proposte le funzionalità che si possono aggiungere o rimuovere.

Tra queste vediamo per esempio quella molto utile della vista Indirizzi, quella della tabella Articoli per chi vende diversi articoli che ha in magazzino, la tabella Preventivo che viene chiaramente usata per fare budget e preventivi spese annuali, come abbiamo visto brevemente perché richiederebbe una lezione a parte, o per aggiungere nuove tabelle semplici che possono essere utilizzate a piacimento secondo i propri criteri.

 

5. Estensioni, piano contabile, documenti, apertura nuovo anno e riporto saldi

Gestione delle estensioni su Banana Contabilità

 

Banana Contabilità permette di aggiungere funzionalità utili attraverso l’utilizzo delle estensioni.

Queste estensioni, come abbiamo visto durante il corso, possono essere quelle per emettere i richiami, gli estratti conto, la fattura su Banana (polizze QR, polizze PVR e polizze normali) e altre funzionalità.

Saperle usare, installare o disinstallare e impostare è importante per utilizzare appieno tutte le funzionalità di Banana Contabilità.

Una estensione che ho sviluppato permette di gestire gli immobili con conguagli spese calcolati automaticamente agli inquilini, la gestione dei condomini PPP con la ripartizione del preventivo spese, il dettaglio degli scoperti per tipologia di scoperto: affitto, conguagli, altre spese o per acconti spese, conguagli e fondo di rinnovamento per le PPP.

Nelle estensioni, per esempio, troviamo quelle per importare direttamente in Banana Contabilità i movimenti provenienti da tutte le banche in circolazione, o per stampare a video i documenti di esempio di compilazione dell’IVA, sia con il metodo effettivo che con l’aliquota saldo, per sapere come compilare i moduli ufficiali. Oppure estensioni semplici per poter stampare delle etichette.

Un’altra estensione che ho sviluppato si chiama Finder File perché serve per cercare in tutti i mandati di contabilità che gestiamo con Banana informazioni come importi, testo, numeri di conto, senza aprire nessun file di Banana.

Presto sarà disponibile su questo sito un’altra estensione per emettere richiami di pagamento con stampati i riferimenti bancari per il versamento dell’importo scoperto indicato sul richiamo.

Le possibilità sono infinite.

Per accedere al catalogo delle estensioni si clicca dal menu di Banana la voce Estensioni, poi successivamente si clicca su Gestione Estensioni.

A questo punto si aprirà una finestra dove possiamo cercare le estensioni secondo il paese di utilizzo. Se nel menu a tendina in alto a sinistra selezioniamo Svizzera, Banana farà da filtro e farà vedere solo le estensioni che servono per la Svizzera.

A questo punto abbiamo diverse categorie di estensioni, come per esempio quelle sulla fatturazione, sui richiami, sull’importazione, sulla produttività e così via.

Per installare un’estensione la selezioneremo con un clic e a destra sceglieremo il bottone Installa.

Una volta installata, se vogliamo rimuoverla, la selezioniamo ancora e sempre a destra cliccheremo su Disinstalla.

Se abbiamo estensioni installate, per usarle, andremo sempre al menu di Banana Estensioni, e ci apparirà l’elenco dei nomi delle estensioni installate.

Per impostare le estensioni selezioniamo l’estensione che vogliamo impostare aprendo l’albero dall’icona > che precede il nome dell’estensione e nella parte a destra della finestra dovrebbe apparire il bottone Impostazioni.

 

Scegliere un piano contabile adatto a ciò che si vuole contabilizzare

 

Quando vogliamo aprire un nuovo file di contabilità per un nuovo mandato possiamo cliccare dal menu di Banana la voce File e poi successivamente cliccare su Nuovo.

A questo punto si aprirà una finestra che ci permette di scegliere un tipo di contabilità adatto a ciò che ci serve fare.

Possiamo scegliere un modello vuoto e personalizzarlo secondo le nostre necessità oppure possiamo scegliere modelli già predisposti che ci permettono di iniziare subito a contabilizzare o che possiamo modificare a piacimento.

Innanzitutto, scegliamo la regione per cui ci serve la contabilità, quindi nel nostro caso Svizzera-italiano.

Successivamente scegliamo la categoria dell’azienda per cui dobbiamo contabilizzare, come per esempio Azienda, Privato, No profit e così via. Per esempio, un immobile di un unico proprietario viene considerato da Banana come Altro e sono presenti modelli di piani contabili immobiliari da me redatti.

Scegliamo Azienda e guardiamo a destra nei risultati.

Vedremo subito come Banana distingue le aziende con IVA e le aziende senza IVA.

Banana ci permette di scegliere anche per alcuni tipi di attività più generiche o più dettagliate.

Queste scelte si riflettono sul piano contabile che andremo a usare.

Infatti, ogni modello avrà il suo piano contabile e scegliere subito il modello corretto ci aiuta a non dovere fare molte modifiche al piano contabile.

Se per esempio scegliamo un modello senza IVA per un’azienda che gestisce l’IVA non avremo possibilità di inserirla successivamente.

Quindi è utile prestare attenzione a queste particolarità quando iniziamo una nuova contabilità, per non dover ripetere il processo di creazione un’altra volta.

Quando scegliamo un modello elencato ci basta selezionarlo con un clic e cliccare su Crea per aprirlo.

A questo punto non ci resta che salvare il file appena creato dal menu File, poi successivamente Salva con nome.

Ricordiamoci di dare un nome descrittivo come, per esempio, NomeAzienda2022 (inserendo anche l’anno contabile di riferimento).

 

Come stampare Bilancio e Conto Economico di una contabilità

 

Stampare il bilancio e il conto economico di una contabilità è uno dei compiti che potrebbe servire sia durante l’anno che alla chiusura della contabilità.

Per farlo si clicca la voce Report (Banana 10) o la voce Conta 1 (versioni precedenti) dal menu di Banana e poi successivamente abbiamo due opzioni:

  • Bilancio abbellito
  • Bilancio abbellito con gruppi

Il bilancio abbellito con gruppi è un bilancio dove possiamo raggruppare diversi conti contabili sotto una specifica categoria, come per esempio il gruppo manutenzioni che comprende i conti contabili manutenzione appartamenti, manutenzione vani comuni e manutenzione giardino.

Il bilancio abbellito con gruppi non è parte di questa formazione dove ci concentriamo sul riuscire a stampare i documenti necessari così come sono a partire dalla contabilità che stiamo gestendo.

Se clicchiamo quindi su Bilancio abbellito si apriranno due altre possibilità:

  • Personalizzazione (predefinito)
  • Personalizzazione

Sostanzialmente non cambia molto, in quello predefinito Banana riempirà alcuni campi con le informazioni che trova all’interno del file (come, ad esempio, quelle sotto il menu File e poi Proprietà del file).

Se usiamo sempre lo stesso formato per stampare il bilancio possiamo modificare direttamente il formato predefinito che verrà salvato da Banana.

 

Scheda Base

Assicuriamoci sia abilitato Attivi, Passivi, Costi e Ricavi (questi corrispondono a Bilancio e Conto economico).

A destra, nella stampa possiamo includere le percentuali, i numeri di conto, i saldi dell’anno precedente, i conti che hanno avuto movimenti durante l’anno anche se sono con un saldo pari a zero, e tutti i conti anche con saldo a zero e senza movimenti durante l’anno.

Sotto questa scheda avremo anche la possibilità di scegliere cosa far stampare su ogni pagina, come ad esempio un’intestazione, il numero di pagina, la pagina di copertina, i titoli delle colonne anno corrente che cambiano se stampiamo il bilancio trimestrale o semestrale o tutto l’anno. Infine possiamo dare un nome alla colonna relativa all’anno precedente.

 

Scheda Periodo

Sotto questa scheda andremo a scegliere il periodo relativo al bilancio, quindi tutto l’anno o il trimestre o il semestre che desideriamo.

 

Scheda Stile

Sotto questa scheda potremo scegliere il formato grafico dei documenti. Il formato predefinito di Banana è chiamato Lugano dove ha sede l’azienda Banana.ch SA.

 

Le altre schede per ora non vengono contemplate perché non utili al risultato che vogliamo ottenere con questo corso base.

Quando abbiamo impostato tutto possiamo cliccare su Ok per vedere i documenti che Banana emette per noi che saranno il Bilancio e il conto economico aziendale.

 

Come creare un nuovo anno contabile

 

Quando dobbiamo creare un nuovo anno contabile di una contabilità già iniziata possiamo andare al menu di Banana con la voce Azioni o Conta 2 e cliccare su Crea nuovo anno.

Si aprirà una finestra dove possiamo scegliere cosa riportare nel nuovo anno.

In contabilità sicuramente riportiamo il Bilancio, quindi dobbiamo vistarlo, e portare anche le voci Fuori Bilancio e quelle relative ai centri di costo, se usati e se lo vogliamo.

In basso a questa finestra Banana ci chiede dove vogliamo riportare l’utile dell’anno che stiamo chiudendo.

In quel campo di solito si sceglie Utile/Perdite riportate, oppure Capitale proprio, o altre voci sul conto contabile dove vogliamo riportare il risultato contabile dell’anno che stiamo chiudendo.

Infatti, a destra di questo conto contabile vedremo anche riportato l’utile o la perdita ottenuta che verrà riportata.

Una volta deciso dove riportare l’utile cliccheremo su Ok e si aprirà un nuovo file di Banana per il nuovo anno contabile.

A questo punto non ci resta che salvarlo cercando di usare nomi come NomeAzienda2023 (con l’anno successivo che stiamo aprendo).

 

Come riportare i saldi corretti nel nuovo anno contabile

 

Una volta creato il nuovo anno possiamo e dobbiamo in ogni momento riportare i saldi dei conti contabili di Bilancio dell’anno precedente nell’anno successivo.

Questa operazione è strettamente necessaria fino a quando l’anno precedente non sarà chiuso e quindi definitivo. A questo punto faremo il riporto saldi sapendo che i saldi che riportiamo nell’anno successivo saranno quelli definitivi una volta per tutte.

Per aggiornare i saldi iniziali nell’anno successivo andremo a cliccare dal menu Azioni o Conta 2 di Banana e poi successivamente cliccheremo su Aggiorna saldi iniziali.

Se i file sono collegati tra di loro correttamente Banana ci proporrà il nome di un file per aggiornare i saldi iniziali. A questo punto cliccheremo solo su Ok.

Questo nome di file che Banana ci propone deriva da quello che abbiamo visto in una precedente lezione. Ossia quello che si trova sotto al menu File e poi Proprietà file (all’interno della scheda Opzioni sotto File anno precedente).

Se abbiamo creato tutti i nuovi anni di contabilità usando il sistema che abbiamo visto prima per creare il nuovo anno contabile, e se non abbiamo spostato i file salvati sul computer accidentalmente o se non li abbiamo rinominati, Banana saprà sempre quale è il file precedente di ogni file contabile.

Se per caso Banana non trovasse il file precedente possiamo indicarglielo cliccando dal menu Sfoglia e andando a selezionarlo nella finestra che si apre.

Sono sicuro che questo corso di Banana Contabilità ti sia stato utile e ti ringrazio per avergli dedicato il tempo necessario per diventare più sicuro con l’uso di Banana Contabilità.